Oggi volevo parlare dei pavimenti vintage, cioè tutti quei tipi di pavimenti che si trovano in vecchie case da ristrutturare ma che vale la pena salvare e/o recuperare perché dotati di un fascino d’altri tempi che cattura e emoziona.

Può trattarsi di un vecchio parquet a lisca di pesce  a  piccoli listelli o formato da grandi tavole o di cementine colorate magari esagonali e di epoca liberty o di marmette coloratissime. In alcuni casi può trattarsi anche di pavimenti in pianelle di cotto.

Cosa fare?

La prima risposta è di rivolgersi a dei professionisti per analizzare lo stato di conservazione del pavimento e la consistenza dei sottofondi (cioè quello che è sotto al pavimento e che ne garantisce la solidità)

In alcuni casi può essere sufficiente una lamatura del parquet per farlo tornare a nuovo splendore, con successiva riverniciatura, all’acqua per assicurare un aspetto più fresco e moderno, ma potrebbe succedere  che il parquet non sia di buona qualità e si presenti a listelli così sottili da renderne impossibile qualunque trattamento, allora ahimè è da eliminare completamente.

Le marmette si possono levigare ed eventualmente lucidare con le apposite macchine che  agendo  per abrasione puliscono il pavimento eliminando anche  graffi e macchie.001_0131412

La verifica del sottofondo assicura che i soldi spesi per sistemare il pavimento non siano buttati al vento per mancanza di uno strato solido e consistente. Se non dovesse essere in buono stato allora è sempre meglio togliere il pavimento e se ne vale la pena di recuperarlo per poi tornare a utilizzarlo una volta che il massetto di sottofondo è stato steso nuovamente.

Ma tornando ai pavimenti in piastrelle, marmette o cementine, ecco alcuni esempi in cui sono stati ripristinati, utilizzati in modo nuovo e originali ma questi tipi di pavimento possono anche essere messi ex-novo  per  disegnare uno spazio un po’ retrò.

Dalla galleria fotografica di MOSAIC DEL SUR ecco delle cementine nuove di zecca utilizzate in stile patchwork

cementine-bar

cementine

QUi sotto invece le cementine hanno una delle forme tipiche quella esagonale ma con
colori molto moderni mischiati insieme in questo ristorante libanese progettato da K-Studio in Grecia

souk - kstudio

Ed eccole persino in un resort in Vietnam dello studio a21, l’idea non è niente male ed è applicabile anche con piastrelle di recupero che sono acquistabili  da alcuni rivenditori se non si ha la fortuna di riceverne in regalo o in dotazione con una vecchia casa.

a21

 

E dalla nuovissima collezione Frame di Refin questi pavimenti vintage, o che al passato strizzano l’occhio disegni ingigantiti e grandi formati

refin
refin frame

 

pav

 

 

pavimenti vintage
Tag:                             

2 pensieri su “pavimenti vintage

    • Gennaio 16, 2015 alle 5:49 pm
      Permalink

      Grazie Giulia per la segnalazione!

I commenti sono chiusi.